30 MINUTI, BASTA POCO PER CAMBIARE

C’è un libro che ho letto da poco, Per 10 Minuti di Chiara Gamberale, non è proprio nuovo, è uscito più o meno 5 anni fa, ma è capitato quasi per caso sulla mia scrivania. La storia è carina, magari un po’ banale. Una donna viene mollata dal marito, anzi dall’amore della sua vita. Lui se ne va all’estero perché in crisi più con sè stesso che con un rapporto di coppia che gli sta stretto. Lei va in crisi e si affida ad un’analista che le dà una sorta di compito da svolgere: ogni giorno deve fare una cosa nuova, qualcosa che non ha mai provato e dedicarci 10 minuti. Sembra una stupidaggine. Ma non è così. A Chiara, la protagonista viene dato il compito di concentrarsi almeno una volta al giorno e trovare un obiettivo, seppur piccolo, da raggiungere. Uno sforzo non da poco per una persona in crisi, che vede tutto grigio. Questo lo deve fare ogni giorno. Sarà il modo per conoscere nuove persone, guardare al di là del proprio naso, uscire di casa, diventa il pretesto per fuggire da quel giro vizioso in cui Chiara sembra incastrata. Spezzare la monotonia, la quotidianità può essere un primo modo per uscire da un periodo difficile per tutti. Che sia un periodo in cui il lavoro non funziona, i colleghi danno il tormento, la famiglia non ci lascia spazio o non abbiamo più ben chiaro quello che vogliamo fare. Dedicarsi un momento, magari non ogni giorno, cosa che potrebbe diventare poco realizzabile, ma una volta la settimana potrebbe essere l’inizio di un cambiamento. Spezzare la routine con una nuova attività, non importa quale, deve essere una cosa nuova, mai fatta che risvegli curiosità ed entusiasmo. 30 minuti una volta a settimana non cambiano la vita ma potrebbero essere il modo per vederla da un punto di vista nuovo. Io ho iniziato con una lezione di pattinaggio. Ora tocca a voi.

PEPE! Digital Marketing