LA COMUNICAZIONE NEL LAVORO

Oggi tutto è permeato dalla comunicazione e il nostro lavoro è cambiato molto anche in funzione dell’avvento di nuovi strumenti e tecnologie di comunicazione. Nei contesti professionali, la chiarezza di ciò che esprimiamo riveste senz’altro un’importanza strategica rilevante, non che non sia sempre importante, ma mentre si lavora le indicazioni chiare, il sapersi chiarire, comunicare chiaramente è spesso già un aspetto che riduce tempi, evita errori, risolve problemi, aumenta la produttività.
Per avere una comunicazione efficace in contesti di lavoro serve saper esprimere, a tutti i livelli, una comunicazione: finalizzata, concreta, trasparente, situazionale. Si dovrà perciò mirare a favorire l’instaurarsi delle migliori condizioni relazionali possibili affinchè ciascuno possa contribuire al raggiungimento degli obbiettivi previsti. Alcuni fattori determinanti per essere efficaci nel lavoro saranno: la scelta del canale comunicativo (interpersonale, tecnologico o misto), la capacità di gestione dell’ansia e un adeguato controllo emotivo, la capacità di negoziazione di diversi punti di vista possibili, l’attitudine alla collaborazione per attivare processi di soluzione dei problemi. Ogni istante della nostra quotidianità professionale siamo in condizione di doverci confrontare con gli altri, per condividere progetti e obbiettivi, per cooperare e negoziare mettendo in gioco le risorse di ciascuno mirando ad ottenere efficacia ed efficienza.

La comunicazione è importante a prescindere per la vita di tutti noi e il contesto professionale è, forse, la palestra più adatta per allenarsi e acquisire quella padronanza che ci serve trasversalmente in ogni altro ambito della nostra vita. Avere a che fare quotidianamente con persone e tecnologie ci dovrebbe favorire nel imparare a distinguere i diversi pro e contro in funzione dell’obbiettivo e del risultato che vogliamo ottenere. Il rischio che dobbiamo tenere sotto controllo è quello di non chiuderci o proteggerci dietro a pc, tablet, mail, chat, cellulari, social che pur essendo utili strumenti di comunicazione rischiano, se usati male, di diventare disfunzionali allo sviluppo di una più ampia competenza di comunicazione interpersonale. Spesso accade che si pensi che al lavoro parlarsi serve a poco e si perda tempo, tanto tutti sanno cosa c’è da fare; oppure che basti parlarsi al volo davanti alla macchinetta del caffè, ma comunicare bene e costruttivamente è invece uno dei primi fattori di successo di qualsiasi gruppo che ha obbiettivi condivisi, figuriamoci nel lavoro.

Fare formazione per essere migliori comunicatori in azienda e nel lavoro è, ancora oggi, uno degli aspetti più utili, interessanti ed efficaci per migliorare produttività e riducendo conflitti e problemi.

PEPE! Digital Marketing