PROMUOVERE LO “STARE BENE” CON LE COMPETENZE TRASVERSALI

Da più parti cresce la consapevolezza che serve integrare con forti azioni preventive un’idea del vivere oggi in epoca di società liquida, che miri soprattutto al capire, trattare e curare la sofferenza o i disturbi psicologici o fisici superando un’accezione “esclusivamente medicalizzata”, per dare spazio, valore e dignità anche all’integrazione con ciò che previene, anticipa, circoscrive, depotenzia, fronteggia, placa, riduce determinati malesseri promuovendo lo “star bene” dando una “forma migliore” al benessere.

Per quanto riguarda le scienze della formazione, allenando le nostre “competenze trasversali” dette anche “soft skills” siamo in grado di attivare meglio tutto il potenziale che risiede in noi. Possiamo essere in grado di attivare le nostre virtù, formandoci preventivamente una migliore “consapevolezza” sulla nostra esistenza umana, giungendo così, con maggiore autonomia, a ridurre di molto, o in certi casi persino ad eliminare: eccessi di stress, stati ansiosi, difficoltà emotive, fumo, uso di droghe leggere, alcuni disturbi psicosomatici, lievi disordini alimentari, disordini relazionali, confusione di pensiero, demotivazione, bassa autostima.

Quando lasciamo che le sensazioni, le emozioni, le abitudini, i nostri pensieri e comportamenti si consolidino negativamente, stiamo aprendo una porta verso un percorso ben più arduo, lungo e maggiormente difficoltoso, nel quale rischiamo di vederci costretti, giustamente, a “curarci” da alcune “malattie/patologie”. Possiamo dunque affermare che una formazione focalizzata su come migliorare le nostre potenzialità, attraverso il coaching, il counselling e altre metodologie esperienziali attive, permetta un’efficace azione preventiva sulla nostra vita. Partecipando a specifici e qualificati corsi di formazione sullo sviluppo personale, si può da un lato ridurre la percentuale di possibilità che alcuni difficoltà del momento si trasformino nel tempo in disagi cronici o malattie, dall’altro si abbassa il costo sanitario personale e sociale dovuto a determinati stili di vita.

Ecco allora che le persone stanno riscoprendo il valore di una “via vantaggiosa” per migliorare il “capitale umano” e cioè attraverso la formazione e lo sviluppo personale che può contribuire a creare opportunità utili a formare maggior benessere individuale, familiare, organizzativo, sociale.

Dott. Damiano Frasson
Formatore – Consulente – Coach di GRUEMP

PEPE! Digital Marketing